La pleurite in estate: il parere dello pneumologo

pleurite in estate

Quando si parla di malattie respiratorie il pensiero va subito alle molte patologie infettive del periodo invernale, momento dell’anno di cui esse sembrano esclusive. Faringiti, sinusiti (vedi “Sinusite acuta e cronica”), tracheiti e bronchiti (vedi “Bronchite acuta e cronica”) sembrano, infatti, appannaggio di quest’unico periodo. Purtroppo non è così e anche il periodo estivo può, qualche volta, presentare quadri clinici secondari ad infezioni dell’apparato respiratorio.

Ho già trattato in un altro articolo la polmonite estiva (vedi “Polmonite in estate: la malattia che allarma”), malattia che mette in allarme non tanto lo pneumologo, abituato a confrontarsi anche con questa realtà, quanto il paziente che a tutto pensa meno che di ammalare di polmonite nel periodo caldo dell’anno. In quest’articolo, invece, affronterò quella particolare patologia respiratoria meno consueta che è la pleurite acuta che compare più frequentemente nel periodo estivo-autunnale, per certi aspetti diversa da quella che, favorita dalle condizioni climatiche stagionali, è più frequente nei mesi freddi.

Leggi tutto: La pleurite in estate: il parere dello pneumologo

Anziano con confusione mentale e malattie polmonari: il punto dello pneumologo

confusione mentale anziano patologie polmonari

Confusione mentale, rallentamento motorio e ideativo, pensiero rallentato, movimenti impacciati, insicuri e lenti. Manifestazioni cliniche ad esordio rapido, che insorgono talvolta in poche ore o in qualche giorno soltanto, in assenza di deficit neurologici focali che consentano di riconoscerne una causa neurologica ischemica e che ho sentito descrivere dai famigliari con espressioni del tipo “ … e come se mia madre fosse diventata un Alzheimer in 2 giorni … ” – “ …. non ha mai avuto problemi di questo tipo …. è come se la testa abbia smesso di funzionare …. si confonde … ha un comportamento strano …. ”. Il nipote di un mio paziente mi riferiva che “ …il nonno è diventato scemo in una notte ….è irriconoscibile! … ”. Quadri ben diversi dai deficit di memoria e di concentrazione a esordio lento e torpido nel tempo, di natura neuro-degenerativa cronica, che possono talora accompagnarsi, nell’anziano, anche alle patologie respiratorie croniche (vedi “Perdita di memoria e malattie respiratorie: lo pneumologo e la riabilitazione neuro-cognitiva”).

Leggi tutto: Anziano con confusione mentale e malattie polmonari: il punto dello pneumologo

Estate, afa e BPCO: i consigli dello pneumologo

estate malattie respiratorie

Con l’arrivo dell’estate il riscaldamento eccessivo dell’aria, proprio della stagione estiva, viene a costituire un problema in più rispetto ai già molti disagi quotidiani con i quali si devono confrontare i pazienti affetti da malattie respiratorie croniche e in particolare coloro che soffrono di asma bronchiale, (vedi “Asma bronchiale: malattia da conoscere”), bronchite cronica, broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), bronchite cronica bronchiectasica, enfisema polmonare e allergie respiratorie (vedi “Malattie allergiche delle vie aeree”). A questi, inoltre, si aggiungano tutti i portatori di un’ insufficienza respiratoria complicante alcune tra le patologie respiratorie viste prima, con necessità di praticare ossigenoterapia (vedi “L’ossigenoterapia domiciliare spiegata dallo pneumologo”), o di altre malattie bronchiali e polmonari quali la fibrosi polmonare o il tumore ai polmoni e ai bronchi.

Leggi tutto: Estate, afa e BPCO: i consigli dello pneumologo

Polmoni, asma e menopausa: il parere dello pneumologo

menopausa problemi polmonari

Sembra difficile da credere ma la menopausa, che già viene spesso vista dalle donne come l’inizio di un periodo poco felice per i molti problemi fisici e mentali che comporta, sembra avere un impatto di non poco conto anche sull’apparato respiratorio. Non solo, quindi, con la perdita della fertilità, ci si deve confrontare con gli sbalzi di umore e le vampate di calore, con la tendenza a ingrassare e con la ritenzione dei liquidi, con l’insonnia o con la stipsi piuttosto che con l’aumentato rischio di osteoporosi favorita dal modificarsi del quadro ormonale, ma anche la salute dei bronchi e dei polmoni sembra subire un duro colpo da questo particolare momento della vita. Due sono gli aspetti da considerare: da una parte gli effetti della menopausa sulla funzionalità respiratoria, indipendentemente dalla presenza o meno di patologie delle vie aeree. Dall’altra, l’influenza che la menopausa può avere sulla malattia asmatica e più in generale sulla salute respiratoria (vedi “Asma bronchiale: malattia da conoscere”).

Leggi tutto: Polmoni, asma e menopausa: il parere dello pneumologo

Inquinamento domestico: lo pneumologo e l’aria avvelenata delle nostre case

inquinamento domestico aria case

A giudicare da ciò che si legge parrebbe che le nostre amate case siano, in realtà, i luoghi più insicuri e pericolosi da frequentare. Si! Perché stando a quanto compare in varie pubblicazioni che trattano di ambiente domestico e salubrità dell’aria, veleni, tossici e inquinanti inalabili presenti in casa, hanno il ruolo di potenziali killer sempre pronti a rovinarci la vita. Senza eccedere in esagerazioni poco intelligenti e che qualche volta possono apparire pretestuose, è vero purtroppo che nell’aria delle case, nelle quali comunemente ognuno di noi vorrebbe poter trovare un po’ di quiete, si possono spesso riscontrare inquinanti dotati di potenzialità nociva da non sottovalutare, specie nelle case in cui si trovino a vivere bambini, donne incinte e anziani.

Leggi tutto: Inquinamento domestico: lo pneumologo e l’aria avvelenata delle nostre case

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Pneumologo-ballor.it utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione. Il sito è impostato per consentire l`utilizzo di tutti i cookies. Se si continua a navigare, si accetta e si approva la nostra policy sull`impiego di cookies.