Dott. Enrico Ballor – Pneumologo Torino
Terapie e Consigli

Apnee del Sonno, Russamento e Obesità: meglio la Dieta o la CPAP?

Esiste in medicina una sindrome complessa definita sindrome metabolica, consistente in una serie di fattori di rischio tra i quali

  • iperglicemia (aumento degli zuccheri nel sangue)
  • dislipidemia (aumento di colesterolo e trigliceridi nel sangue)
  • pressione arteriosa elevata e obesità.

La contemporanea presenza di queste diverse situazioni, associate nella sindrome metabolica, aumenta notevolmente nei pazienti il rischio di sviluppare

  • diabete mellito
  • malattie cardio-vascolari, tra le quali l’infarto del cuore e l’ictus cerebrale rappresentano le più acute e temibili complicanze
  • e la sindrome delle apnee ostruttive del sonno, spesso secondaria al sovrappeso, non di rado responsabile di gravi complicazioni talora letali (rischio di morte).

La maggior parte dei pazienti obesi affetti da sindrome delle apnee del sonno, siano essi russatori o meno (la roncopatia o russamento si associa spesso a tale sindrome nei pazienti obesi o sovrappeso) è gravato da un aumentato rischio di malattia cardio-vascolare che diminuisce al diminuire del peso corporeo attraverso un corretto programma atto a riportare il peso il più possibile entro i limiti di norma.

Un recente studio clinico pubblicato nel corso del 2014 sul “New England Journal of Medicine”, prestigiosa rivista medica internazionale, ha rilevato come spesso anche solo un’iniziale modesta riduzione del peso corporeo, nel corso di un dimagrimento programmato su di un più lungo periodo, sia già in grado di modificare favorevolmente il numero e la gravità delle apnee nel corso del riposo notturno, con una gravità delle stesse che può ridursi del circa il 30% (indice di apnea-ipopnea) per una riduzione di peso corporeo pari al 10% rispetto al peso iniziale.

Questo favorevole effetto sulla diminuzione delle complicazioni cardiache e cerebrali ottenuto con il dimagrimento si dimostra anche sulla riduzione della pressione sanguigna, che diviene responsabile, quando troppo elevata, proprio di quegli eventi avversi cardio-vascolari che il dimagrimento cerca di ridurre.

Tale diminuzione della pressione arteriosa si dimostra efficace sia attraverso un programma di riduzione del peso corporeo, sia attraverso il solo uso della CPAP nasale (vedi “La sindrome delle Apnee del Sonno – SAS – OSAS e russamento”), maschera nasale o oro-nasale applicata sul viso del paziente, collegata a un dispositivo che nel corso della notte consente di tenere aperte le vie aeree attraverso una pressione continua positiva mantenuta al loro interno.

Anche la combinazione del dimagrimento e della CPAP nasale si dimostra efficace nel ridurre la pressione del sangue.

La conclusione importante alla quale lo studio consente di giungere è che, per ridurre i rischi clinici nei pazienti con obesità, apnee del sonno e russamento, un efficace programma di dimagrimento è sufficiente a ottenere il risultato.

Il vantaggio finale su russamento e apnee del sonno, in termini di beneficio per il paziente, ottenuto con il solo dimagrimento, sembra del tutto sovrapponibile a quello che si ottiene con la sola CPAP nasale o con un trattamento combinato CPAP + dimagrimento, indicando il limite della sola CPAP nasale in confronto alla sola dieta, specie se rapportata ai costi e alla sua maggior complessità.

Un adeguato approccio motivazionale al paziente, quindi, anche attraverso un programma di assistenza psicologica allo stesso che migliori la sua aderenza al programma nutrizionale, sembra più che giustificato per consentire quella riduzione di peso corporeo indispensabile a ridurre i problemi respiratori e cardiovascolari conseguenti alle apnee ostruttive.

 

Hai Ancora Dubbi? Chiedi al Dott. Ballor!

Faccio il possibile per scrivere i miei articoli informativi nel modo più chiaro, semplice e soprattutto esaustivo che si possa.

Consiglio sempre ai miei lettori di leggere i link di approfondimento che propongo su ciascun articolo.

Se però hai qualche domanda specifica su questo argomento alla quale non hai trovato risposta, sarò felicissimo di risponderti!

Non solo!

Se la tua domanda sarà di interesse generale e soprattutto non trattata prima né su Medicina del Respiro né su questo sito, ne creerò anche un articolo ricco di utili informazioni mediche.

Inviami la tua domanda, sii chiaro e dettagliato a sufficienza ma per piacere, tieni a mente una cosa fondamentale.

Faccio sempre il possibile per dedicare il tempo necessario nella lettura di tutte le domande che mi vengono poste, ma a causa delle mie svariate attività cliniche e del numero decisamente alto di quesiti che ogni giorno mi vengono posti non sono sempre in grado di garantire tempi di risposta rapidi.

Hai urgenza e non puoi aspettare?

Non ci sono problemi.

Se credi che il tuo caso abbia carattere di urgenza e debba ricevere una consulenza medica specialistica puoi prenotare da qui una visita privata presso il mio studio.

Hai apprezzato questo articolo?

Realizzare questo sito e i suoi contenuti ha richiesto anni di lavoro.

Non solo: creare continuamente articoli informativi richiede un sacco di tempo, come puoi immaginare.

Non c’è miglior grazie che io possa ricevere da te se non sapere che condividerai questo articolo su Facebook, Twitter o LinkedIn.

A presto!

Firma del Dott. Enrico Ballor - Pneumologo a Torino (50px)

Articoli correlati

Seduto Respiro, ma se mi Muovo mi Manca subito il Fiato: il Punto dello Pneumologo

Dott. Enrico Ballor

Asma, Cortisone e altre Malattie Respiratorie: il Parere dello Pneumologo

Dott. Enrico Ballor

Quando il Respiro Difficile e Pesante deve Allarmare: i Consigli dello Pneumologo

Dott. Enrico Ballor

Lascia un commento