Dott. Enrico Ballor – Pneumologo Torino
BPCO Terapie e Consigli

Esercizi Respiratori per Pazienti con BPCO: la Ginnastica Respiratoria Consigliata dallo Pneumologo

Una delle caratteristiche della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), malattia respiratoria cronica tra le più diffuse al mondo, direttamente correlata con l’asma bronchiale, con la bronchite cronica e con l’enfisema polmonare, è quella di incidere, talora in modo significativo, sulle abitudini di vita di chi ne è affetto, riducendo la capacità di socializzazione del paziente e limitando progressivamente il grado di autonomia dello stesso, in quanto sempre più precoce e gravosa tende a manifestarsi la difficoltà respiratoria (dispnea), ogni qual volta ci si appresti a compiere una qualunque attività fisica della vita quotidiana.

Con queste premesse, la possibilità di mantenersi fisicamente attivi (vedi “ Attività fisica e benessere respiratorio: i consigli dello pneumologo”) attraverso una Riabilitazione Funzionale Respiratoria, consistente in un programma di esercizi quotidiani studiati proprio per il paziente con BPCO e praticabili anche a domicilio, appare fondamentale per garantire alla persona con malattia respiratoria cronica non solamente un modo migliore di percepire il corpo e di ridurre la difficoltà respiratoria, ma anche per consentirle quel benessere psicologico che diviene più facilmente raggiungibile attraverso il mantenimento di un’autonomia fisica che consente la socializzazione (vedi “Disturbi respiratori a base ansiosa e depressiva”).

Premesso che sarebbe meglio praticare tutti gli esercizi presentati più avanti almeno una prima volta con l’assistenza dello specialista, in quanto in tal modo risulterebbe più facile ottimizzare i vari passaggi, rendendo più efficaci i diversi momenti del ciclo respiratorio nel corso dell’attività motoria, passerei subito a consigliare un utilissimo esercizio respiratorio generale, con preghiera di usarlo, una volta acquisita la capacità di eseguirlo correttamente, come un vero e proprio nuovo modo di respirare da usare in ogni momento della giornata come il modo di respirare più naturale.

Respirazione con le labbra socchiuse

  • Inspirare lentamente l’aria attraverso il naso fino a sentire i polmoni completamente pieni.
  • Socchiudere le labbra, prima d’iniziare a espirare l’aria, come se si volesse soffiare sulla fiamma di una candela.Più si tengono le labbra ravvicinate, quasi fino a chiuderle completamente espirando l’aria, maggiore sarà lo sforzo da compiere per espirarla e maggiore risulterà l’efficacia di questo atto espiratorio che consentirà ai bronchi di mantenersi maggiormente dilatati durante tutta l’espirazione.
  • Iniziare a espirare molto lentamente l’aria senza sforzo e in modo naturale, mantenendo le labbra socchiuse come indicato prima.
  • Non obbligarsi a vuotare completamente i polmoni e ricominciare, dopo una breve pausa, un nuovo respiro con le stesse modalità.
  • Ripetere l’esercizio più volte al giorno per un periodo pari a una decina di minuti per volta, fino a respirare in questo modo nuovo per l’intera giornata.

Questo diverso modo di respirare aiuta a percepire il proprio respiro con minor fatica e consente di trasformarlo in un atto più piacevole e profondo.

Esercizi proposti

E’ importante che il paziente con BPCO abbia il benestare dello pneumologo prima di procedere con gli esercizi che presento di seguito.

Lo scopo di questa sequenza di esercizi è quello di migliorare la respirazione, consentendo di percepire il proprio respiro in modo meno faticoso.

Consiglio di consentire a questo tipo di attività motoria adeguati spazi di riposo e di recupero fisico, e di sospendere la ginnastica, in ogni caso e specie all’inizio, non appena si avverta una sensazione di fatica eccessiva.

In questo caso consiglio sempre di avvisare il medico, in modo tale da poter rivalutare il programma riabilitativo adeguandolo alle personali esigenze del paziente.

Oltre alla sequenza di esercizi proposti, proporrei anche una passeggiata quotidiana a velocità tranquilla o una mezz’ora di cyclette, sempre che non sussistano controindicazioni di altro genere da valutare sempre bene con lo specialista.

Ripetere ogni esercizio per dieci volte:

Esercizio 1

  • Capo eretto e busto ben appoggiato allo schienale della sedia.
  • Inspirare l’aria con il naso fino a riempire i polmoni.
  • Espirando lentamente l’aria a labbra socchiuse (vedi prima), flettere il capo in avanti.
  • Ripetere l’esercizio, flettendo questa volta il capo all’indietro durante l’espirazione.
  • Ripetere l’intero ciclo avanti–indietro per dieci volte

 

Esercizio 2

  • Capo eretto e busto ben appoggiato allo schienale della sedia.
  • Mani appoggiate sulle cosce.
  • Inspirare l’aria con il naso fino a riempire i polmoni.
  • Espirando lentamente l’aria a labbra socchiuse, ruotare il capo verso destra.
  • Ripetere l’esercizio, ruotando questa volta il capo verso sinistra durante l’espirazione.
  • Ripetere l’intero ciclo destra–sinistra per dieci volte.

 

Esercizio 3

  • Mani incrociate sulle cosce.
  • Inspirare l’aria con il naso fino a riempire i polmoni.
  • Espirando lentamente l’aria a labbra socchiuse, portare le braccia tese in alto e all’esterno.
  • Ritornare alla posizione di partenza con le mani incrociate sulle cosce.

 

Esercizio 4

  • Braccia lungo i fianchi.
  • Inspirare l’aria con il naso fino a riempire i polmoni.
  • Espirando lentamente l’aria a labbra socchiuse, portare le braccia tese all’esterno all’altezza delle spalle.
  • Ritornare alla posizione di partenza.

 

Esercizio 5

  • Mani appoggiate sulle cosce.
  • Inspirare l’aria con il naso fino a riempire i polmoni.
  • Espirando lentamente l’aria a labbra socchiuse, portare il braccio destro teso in alto.
  • Ritornare alla posizione di partenza.
  • Ripetere l’esercizio, portando questa volta in alto il braccio sinistro durante l’espirazione.
  • Ritornare alla posizione di partenza.

 

Esercizio 6

  • Partire con le mani sulla nuca e i gomiti aperti in fuori.
  • Inspirare l’aria con il naso fino a riempire i polmoni.
  • Espirando lentamente l’aria a labbra socchiuse, portare i gomiti in avanti.
  • Inspirando l’aria con il naso fino a riempire i polmoni, riportare i gomiti all’indietro fino alla posizione di partenza.

 

Esercizio 7

  • Si parte con le braccia tese in avanti e le mani unite (palmo contro palmo).
  • Inspirare l’aria con il naso fino a riempire i polmoni.
  • Espirando lentamente l’aria a labbra socchiuse, portare le braccia tese all’esterno all’altezza delle spalle.
  • Ritornare alla posizione di partenza.

 

Esercizio 8

  • Partire con le mani messe a piatto sulle ginocchia.
  • Inspirare l’aria con il naso fino a riempire i polmoni.
  • Espirando lentamente l’aria a labbra socchiuse, estendere il ginocchio e alzare lentamente la gamba destra.
  • Riportare la gamba destra a terra.
  • Ripetere l’esercizio, alzando questa volta lentamente la gamba sinistra durante l’espirazione.
  • Ritornare alla posizione di partenza con le mani sulle ginocchia.

 

Esercizio 9

  • Partire con le mani messe a piatto sulle cosce.
  • Inspirare l’aria con il naso fino a riempire i polmoni.
  • Espirando lentamente l’aria a labbra socchiuse, portare lentamente il ginocchio verso il petto.
  • Riportare la gamba destra a terra.
  • Ripetere l’esercizio, portando questa volta lentamente il ginocchio sinistro verso il petto durante l’espirazione.
  • Ritornare alla posizione di partenza con le mani a piatto sulle cosce.

 

Esercizio 10

  • Partire con le mani sulle spalle e i gomiti in fuori.
  • Inspirare l’aria con il naso fino a riempire i polmoni.
  • Espirando lentamente l’aria a labbra socchiuse, portare le braccia tese verso l’alto.
  • Ritornare alla posizione di partenza con le mani sulle spalle.

 

Esercizio 11

  • Partire con le mani messe a piatto sulle cosce.
  • Inspirare l’aria con il naso fino a riempire i polmoni.
  • Espirando lentamente l’aria a labbra socchiuse, inclinare il corpo in avanti fino a toccare il pavimento con le mani.
  • Ritornare alla posizione di partenza con le mani messe a piatto sulle cosce.

 

Esercizio 12

  • Mettersi in piedi dietro la sedia a gambe tese, tenendo le mani sul bordo dello schienale.
  • Inspirare l’aria con il naso fino a riempire i polmoni.
  • Espirando lentamente l’aria a labbra socchiuse, sollevarsi lentamente in punta di piedi.
  • Ritornare alla posizione di partenza con le gambe tese e i piedi ben appoggiati a terra.

 

Esercizio 13

  • Mettersi in piedi dietro la sedia a gambe tese, tenendo le mani sul bordo dello schienale.
  • Inspirare l’aria con il naso fino a riempire i polmoni.
  • Espirando lentamente l’aria a labbra socchiuse, portare lentamente la gamba destra in fuori e indietro.
  • Riportare la gamba destra a terra.
  • Ripetere l’esercizio, portando questa volta lentamente in fuori e indietro la gamba sinistra.
  • Ritornare alla posizione di partenza a gambe tese.

 

Esercizio 14

  • Mettersi in piedi dietro la sedia a gambe tese, tenendo le mani sul bordo dello schienale.
  • Inspirare l’aria con il naso fino a riempire i polmoni.
  • Espirando lentamente l’aria a labbra socchiuse, piegare il ginocchio destro e portare lentamente indietro la gamba destra.
  • Riportare la gamba destra a terra.
  • Ripetere l’esercizio, piegando questa volta il ginocchio sinistro e portando lentamente indietro la gamba sinistra.
  • Ritornare alla posizione di partenza a gambe tese.

Conclusione

Con l’andare del tempo e con l’abitudine agli esercizi proposti, si percepirà la piacevole sensazione di fare meno fatica durante lo svolgimento degli stessi.

Il progressivo allenamento, inoltre, consentirà al paziente di ridurre la dispnea durante le comuni attività della giornata, aumentando il proprio grado di autonomia e di benessere generale.

Non insisterò mai abbastanza sul fatto che, ogni differenza che il paziente dovesse notare rispetto ai risultati auspicati o qualsiasi sensazione negativa dovesse insorgere nel corso dello svolgimento del programma riabilitativo, ciò dovrà essere tempestivamente comunicato allo specialista, che provvederà immediatamente a rivalutare la situazione generale, apportando al programma riabilitativo le opportune variazioni imposte dalle individuali esigenze del paziente.

 

Vuoi saperne di più?

Faccio il possibile per scrivere i miei articoli informativi nel modo più chiaro, semplice e soprattutto esaustivo che si possa.

Consiglio sempre ai miei lettori di leggere innanzitutto i link di approfondimento che propongo su ciascun articolo.

Hai bisogno di un parere medico per il tuo caso?

Non ci sono problemi.

Se credi che il tuo problema abbia carattere di urgenza e debba ricevere una consulenza medica specialistica puoi prenotare da qui una visita privata presso il mio studio.

Hai apprezzato questo articolo?

Realizzare questo sito e i suoi contenuti ha richiesto anni di lavoro.

Non solo: creare continuamente articoli informativi richiede un sacco di tempo, come puoi immaginare.

Non c’è miglior grazie che io possa ricevere da te se non sapere che condividerai questo articolo su Facebook, Twitter o LinkedIn.

A presto!

Firma del Dott. Enrico Ballor - Pneumologo a Torino (50px)

Related posts

Il “Colpo d’Aria” Esiste? Che Cos’è? Il Parere dello Pneumologo

Dott. Enrico Ballor

Polmonite che non Guarisce e Polmonite che si Ripete: i Consigli dello Pneumologo

Dott. Enrico Ballor

Riacutizzazione di BPCO e Bronchite Cronica: Novità dallo Pneumologo

Dott. Enrico Ballor
CHE COS'E' E COME VIENE FATTA

Visita Pneumologica

Scopri - in maniera semplice - tutte le fasi della visita specialistica e come il Dott. Enrico Ballor valuta il paziente per il disturbo che presenta.
GUARDA IL VIDEO
Pneumologo Torino Dott Ballor favicon - 512px
close-link
Pneumologo Torino Dott Ballor favicon - 512px
Che cos'è (e come viene fatta) una Visita Pneumologica?
Guarda il Video
close-image