Dott. Enrico Ballor – Pneumologo Torino
Lo Pneumologo Risponde

Mancanza di Respiro, Tosse e Compressione al Petto: l’antistaminico serve?

Lo Pneumologo Risponde” è la nuova rubrica di questo sito dedicata alle curiosità dei lettori.

La domanda di questa uscita è:

Avverto mancanza di respiro, tosse e compressione al petto in particolari situazioni o in particolare la notte. Prendere l’antistaminico può servire?

La domanda mi è stata rivolta da “Valentina”, interessata a comprendere che cosa possa nascondersi dietro i sintomi che descrive ovvero:

  • Dispnea (“mancanza di respiro”)
  • tosse
  • senso di costrizione al torace (“compressione al petto”)

Specie se presenti contemporaneamente, possono essere l’espressione di un’asma bronchiale, di un problema cardiaco o di altre condizioni di malattia già riassunte in un mio articolo pubblicato sul sito.

In alcuni casi, specie se compaiono solo alcuni dei sintomi riferiti da Valentina, potrebbe trattarsi di un problema ansioso notturno, di reflusso gastro-esofageo o di un improvviso risveglio in un russatore disturbato dalla presenza di apnee del sonno.

Curiosa, invece, è la seconda domanda, relativa all’utilità di assumere un antistaminico nel caso in cui compaiano questi sintomi.

Ammesso, infatti, che si possa trattare di una crisi respiratoria asmatica, anche se essa dovesse comparire in un soggetto allergico l’uso di un antistaminico sarebbe inappropriato, in quanto questa categoria di farmaci, per quanto trovi utile impiego nel trattamento delle forme respiratorie allergiche delle vie aeree superiori (rinite allergica), risulta praticamente incapace di risolvere l’ostruzione bronchiale responsabile della dispnea degli asmatici, per la quale appare invece più indicato l’uso dei farmaci broncodilatatori impiegati per via inalatoria.

Non si dimentichi comunque mai che la comparsa di tali sintomi, specie se si presentano nel periodo notturno, impone sempre un’attenta valutazione del paziente da parte del medico, proprio in quanto possibile espressione di problemi clinici talora seri.

Approfondimenti

Scopri di più su questo argomento leggendo anche:

Risvegli di notte con respiro che manca: le possibili cause spiegate dallo pneumologo

Sensazione di soffocamento: lo pneumologo aiuta a orientarsi

Asma psicosomatico: il parere dello pneumologo e dello psicoterapeuta

Tosse, catarro e reflusso gastroesofageo: il parere dello pneumologo

Sindrome delle apnee del sonno (SAS – OSAS) e russamento

Quando il respiro difficile e pesante deve allarmare: i consigli dello pneumologo

Chiedi allo Pneumologo

Se hai una domanda da porre al Dott. Ballor, compila ora il modulo qui sotto.

Le migliori domande che verranno giudicate più di interesse generale, troveranno risposta su questo sito nelle prossime settimane.

Related posts

Fibrosi Polmonare da Coronavirus: Problemi Respiratori e Aggravamento

Dott. Enrico Ballor

BPCO o Fumo con Polmonite da Coronavirus: Rischio Maggiore?

Dott. Enrico Ballor

Asmatico con Rinite Allergica, Coronavirus e Cortisonici Inalatori

Dott. Enrico Ballor
CHE COS'E' E COME VIENE FATTA

Visita Pneumologica

Scopri - in maniera semplice - tutte le fasi della visita specialistica e come il Dott. Enrico Ballor valuta il paziente per il disturbo che presenta.
GUARDA IL VIDEO
Pneumologo
close-link
'Pneumologo
Che cos'è (e come viene fatta) una Visita Pneumologica?
Guarda il Video
close-image