Dott. Enrico Ballor – Pneumologo Torino
Lo Pneumologo RispondeSintomi e Diagnostica

Stanchezza dopo Polmonite Covid-19. È normale?

Lo Pneumologo Risponde” è la nuova rubrica di questo sito dedicata alle curiosità dei lettori.

La domanda di questa uscita è:

Ho avuto una polmonite da covid-19 circa 2 mesi fa ma mi sento ancora stanchissima. E’ normale?

La polmonite, cioè l’interessamento infiammatorio dei polmoni secondario alle più diverse cause (microbica batterica e virale, da allergeni naturali, da radiazioni ionizzanti, da infiammazione autoimmune, da farmaci, ecc. ), è spesso responsabile di quadri clinici che, al di là della specifica sintomatologia bronco-polmonare, interessano l’intero organismo con compromissione dello stato generale anche di notevole entità.

In questo caso la polmonite alla quale si riferisce questa paziente trae origine da un’infezione virale da Sars-CoV-2, agente eziologico di Covid-19.

La generale stanchezza che si presenta nel corso della polmonite da Covid-19 trova una spiegazione nella grande quantità di citochine (agenti biologici dell’infiammazione) presenti nel corso della fase acuta dell’infezione (cosiddetta “cascata citochinica”), in grado di agire direttamente sugli organi bersaglio dell’infiammazione con sintomi d’organo specifici.

Si avranno, così

  • sintomi polmonitici, in caso di interessamento infiammatorio polmonare
  • vasculitici, per interessamento dei vasi sanguigni
  • encefalitici, per interessamento del tessuto cerebrale
  • miocarditici, nel caso in cui sia interessato il cuore (miocardite e pericardite)
  • e miositici, nel caso in cui vi sia un diffuso interessamento infiammatorio dei muscoli.

In ogni caso il più frequente sintomo comune a tutti questi diversi stati infiammatori degli organi è proprio l’astenia, termine con il quale indichiamo una condizione clinica caratterizzata da particolare stanchezza patologica.

Oltre all’astenia presente come conseguenza dello stato infiammatorio acuto delle polmoniti da Sars-CoV-2, esiste poi una sindrome astenica di più lunga durata che si associa molto spesso alle infezioni da Sars-CoV-2.

Ed è proprio questa l’astenia profonda (“stanchissima”) di cui parla la signora che pone la domanda, condizione che in molti casi accompagna il paziente anche per molti mesi, esitando nella maggioranza dei casi in una risoluzione spontanea.

Approfondimenti

Scopri di più su questo argomento leggendo anche:

Visita Pneumologica

Che cos’è (e come viene fatta)?

Scopri tutte le fasi della visita specialistica e come il Dott. Enrico Ballor valuta il paziente per il disturbo che presenta.

Guarda il Video
Pneumologo Torino Dott Ballor favicon - 512px

 

Chiedi allo Pneumologo

Se hai una domanda da porre al Dott. Ballor, compila ora il modulo qui sotto.

Le migliori domande che verranno giudicate più di interesse generale, troveranno risposta su questo sito nelle prossime settimane.

    Altri Articoli Interessanti

    Covid 19: Paziente Asmatico Rischio Maggiore?

    Dott. Enrico Ballor

    Tosse, Rinite e Denti: quale Relazione? Uno Strano Caso Clinico per lo Pneumologo

    Dott. Enrico Ballor

    Tosse, Catarro e Dispnea nelle Malattie Muscolari e Neurologiche: i Consigli dello Pneumologo

    Dott. Enrico Ballor
    CHE COS'E' E COME VIENE FATTA

    Visita Pneumologica

    Scopri - in maniera semplice - tutte le fasi della visita specialistica e come il Dott. Enrico Ballor valuta il paziente per il disturbo che presenta.
    GUARDA IL VIDEO
    Pneumologo
    close-link
    Pneumologo
    Che cos'è (e come viene fatta) una Visita Pneumologica?
    Guarda il Video
    close-image